Loading…

Agostino Bonalumi

Agostino Bonalumi

(Vimercate, 10 luglio 1935 – Desio, 18 settembre 2013)

Dopo studi di impostazione tecnico-meccanica Bonalumi si inserì giovanissimo nel clima artistico di Milano, frequentando lo studio di Enrico Baj dove conobbe Lucio Fontana, Piero Manzoni ed Enrico Castellani.
Riconoscendo la fine della spinta propulsiva dell'arte informale, collaborò alla rivista Azimuth che proponeva l'azzeramento totale dell'esperienza artistica precedente ed un nuovo inizio, basato su un nuovo patto con il progresso sociale.
Tale azzeramento venne realizzato da Manzoni, Castellani e Bonalumi con l'utilizzo di tele monocrome (spesso totalmente bianche), estroflesse con varie tecniche in modo da creare effetti di luci ed ombre cangianti con l'inclinazione della sorgente luminosa.

BONALUMI

Bonalumi-progetto-1972-cm-50x70
Bonalumi-rosso-30x30-1978
Bonalumi-Verde-tela-estroflessa-e-tempera-vinilica-cm